scienza vs strada



195 comments

1

2

3

4

Written by zerocalcare

marzo 4th, 2013 at 3:30 am

Posted in short,Uncategorized

Tagged with ,



195 Responses to 'scienza vs strada'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'scienza vs strada'.

  1. Ma che sò primo?
    Grazie di esistere Zero!

    Marcello

    4 Mar 13 at 3:37 am

  2. Vabbe’, geniale anche piu’ del solito!
    saluti dal messico 🙂

    ciaby

    4 Mar 13 at 3:39 am

  3. So che e` un blog personale, quindi non puoi scrivere nulla di penalmente rilevante. Ma su youtube e altrove c`e` tanta roba scientifica emozionante e pericolosa, dalle bombe con l`idraulico liquido, alle colture batteriche fluorescenti, al kit per produrre elettricita` dai tuoi escrementi. L`elettricita` statica la fa mio figlio di 5 anni.

    Mariano Cimarosi

    4 Mar 13 at 3:41 am

  4. Grazie, quasi omonimo, che allieti questa nottata d’insonnia – li mortacci sua.

    ZER0

    4 Mar 13 at 3:43 am

  5. First!

    JD

    4 Mar 13 at 3:46 am

  6. PRIMOOOOO!!

    🙂

    13vite

    4 Mar 13 at 3:55 am

  7. Vado a dormire sereno.

    Cris

    4 Mar 13 at 3:58 am

  8. mai insonnia fu più dolce

    nico

    4 Mar 13 at 4:00 am

  9. Sei sempre al tuo livello.

    Simone Romeo

    4 Mar 13 at 4:03 am

  10. Sei sempre all’altezza di te stesso.

    Simone Romeo

    4 Mar 13 at 4:05 am

  11. Sei sempre all’altezza di te stesso.

    Simone Romeo

    4 Mar 13 at 4:05 am

  12. Sei sempre all’altezza di te stesso.

    Simone Romeo

    4 Mar 13 at 4:05 am

  13. Un piroscafo di vittoria

    Bardiel

    4 Mar 13 at 4:20 am

  14. cazzo quanto è vero che i cavalieri dello zodiaco non s’arreggevano in piedi!

    ItalianJob17

    4 Mar 13 at 4:24 am

  15. E indovina la prima cosa che ho fatto a metà della vignetta…da piccolo non riusciva MAI

    btw bella felpa, stasera!

    Vito

    4 Mar 13 at 4:26 am

  16. M’hai salvato la pausa studio: grazie! Meno male che a st’ora stai sveglio pure tu davanti al computer, mi consoli!

    Eugenia

    4 Mar 13 at 4:58 am

  17. E per fortuna che non ha provato con un fagiolo nell’ovatta umida… poteva uscirne fuori la piantina della piccola bottega degli orrori!

    Kei-chan

    4 Mar 13 at 5:22 am

  18. Primo… maledetta fascia oraria delle bermude

    emmecinque

    4 Mar 13 at 5:30 am

  19. ahahahahahahah sulle caviglie dei pupazzi dei Cavalieri dello Zodiaco sono morto!!!! è vero non rimanevano mai in piedi quesi cosi!! ahahahahah Sempre più grande ZC!!!!!!!!!!!!!!!!

    AndreaF92

    4 Mar 13 at 5:33 am

  20. “Life is not a torneo di magic, baby” hahahahaha importantissima lezione!!

    Andrea

    4 Mar 13 at 5:54 am

  21. commentatori che non siete i primi, spicciateme casa

    katie

    4 Mar 13 at 6:06 am

  22. non mi sembra giusto il modo in cui questo blog ti illude facendoti credere il primo perché non ti fa visualizzare i commenti e poi ti espone l’amara verità.
    che non sei il primo.

    katie

    4 Mar 13 at 6:07 am

  23. ciao Calcare, grazie per avermi fatto sorridere in un penosissimo lunedì mattina 🙂

    Blackswan

    4 Mar 13 at 8:22 am

  24. Quanta amara verità 🙁 uno dei motivi per cui ho sviluppato una certa antipatia per la fantascienza in effetti è proprio perché t’illude con le sue grandi figate, mentre nella realtà alla meglio ti ritrovi in un universo distopico alla 1984/blade runner (ma senza il noire e l’epica figaggine di fondo)

    Maledetta realtà, io voglio credere a Fringe!

    Xabaras

    4 Mar 13 at 9:05 am

  25. ed ecco di nuovo una meraviglia

    maria rita

    4 Mar 13 at 9:13 am

  26. – Life is not a torneo di Magic

    E’ una di quelle citazioni che puoi rivenderti in cento modi diversi. Grazie di cuore per avermela regalata (se vuoi che ti cito anonimo però dimmelo!)

    bizio

    4 Mar 13 at 9:14 am

  27. PRIMO!!!1111!!!

    Sfigato

    4 Mar 13 at 9:16 am

  28. Bravo Zero, le tue storie mi tirano su la giornata!

    Tommaso

    4 Mar 13 at 9:22 am

  29. ah calcà,
    io lavoro al cern e ti dico che, per fortuna, non abbiamo il filtro dei porno e facebook!
    ste cose manco pe scherzo, che so debole di cuore!

    francesco

    4 Mar 13 at 9:50 am

  30. STUPENDO !!!! un lunedi mattina davvero primaverile, con il sole e la storiella di Zero !!!! vai avanti così che ci fai piegare !!!!!

    Marco

    4 Mar 13 at 9:50 am

  31. Educazione siberiana spicciame casa.

    sono rotolato, letteralmente.

    Grazie come sempre!!!

    Emilio

    4 Mar 13 at 9:59 am

  32. Ma che l’hai scritta quando sei uscito da Gazebo? Guarda che t’avemo visto lì in prima fila, je vuoi rubà el posto a Markox, te

    jimmy

    4 Mar 13 at 10:05 am

  33. sai, io ti stimo – sto giro hai catturato perfettamente un mio dilemma professionale. e se fosse in inglese lo diffonderei immediatamente al lavoro (Royal Society of Chemistry)
    (e comunque per capire il vero lato utile della scienza basta vedere Breaking Bad)
    🙂

    Kiara

    4 Mar 13 at 10:13 am

  34. zero for president !

    qballe

    4 Mar 13 at 10:14 am

  35. Genio! Grazie per aver illuminato come sempre questo triste lunedì.

    Allie

    4 Mar 13 at 10:14 am

  36. Pollo smidollato non c’era quando eri piccolo!

    So bene che lo sapevi benissimo mentre lo disegnavi “ma faceva ridere”, era solo per rompere un pò il cazzo!!! 😉

    Cmq sempre fottuto genio, mi spiace non averti beccato a Lucca, i tuoi 2 tomi fanno bella mostra di se’ nella Ikea Billy!

    lord casco

    4 Mar 13 at 10:15 am

  37. Spettacolo

    Andrea

    4 Mar 13 at 10:17 am

  38. persisti nei tuoi errori Zero. Romanòrd non esiste.

  39. Complimenti, molto bella…ho giusto iniziato a fare ripetizioni di informatica lo scorso week end e sto inziando a capire il tuo rapporto con blanka…potresti aggiungere il bottone della condivisione per google+, ti farebbe ancora più pubblicità…

    Andrea Marino

    4 Mar 13 at 10:32 am

  40. mi ammazzi dal ridere. e ti sono vicina, io mi ero fatta comprare Pegasus e manco lui stava in piedi, ‘sto stronzo.

    Nina

    4 Mar 13 at 10:32 am

  41. Grazie Zero, ti sto scrivendo dal CERN e sappi che ti seguono in tantissimi anche da qua.

    stefano

    4 Mar 13 at 10:33 am

  42. “oh no Stephen Hawking, ancora tu”
    li è stato l’apice 😀

    TìAn

    4 Mar 13 at 10:44 am

  43. E l’armatura del Cavaliere? Per attaccargliela ai polpacci io e il mio amico Paolo ci mettemmo un pomeriggio.
    Grande Zero, la dea Atena ti è riconoscente.

    gp

    4 Mar 13 at 10:56 am

  44. Si però dai non onorare le scommesse coi bambini …. guarda che poi questo cresce e diventa un onorevole PDL eh …. te lo dico eh …. 🙂

    PS= e si, quelle action figures dei cavalieri erano trmenede… vogliamo ricordarci i buchi a croce di cui erano disseminati per permettere gli innesti dell’armatura???

    Rex

    4 Mar 13 at 10:56 am

  45. Il CERN è una fregatura, confermo!

    Yaxara

    4 Mar 13 at 11:01 am

  46. Grazie Zero! Sempre più fiero di averti strappato il disegnigno sul “Polpo alla gola” mentre eri in compagnia di Ortolani a Lucca. 🙂

    Giacomo

    4 Mar 13 at 11:02 am

  47. Grande! Ieri ti ho visto in tv a Gazebo e ho pensato che oggi paccavi perchè stavi a cazzeggià! 😀

    Lollo

    4 Mar 13 at 11:04 am

  48. I pupazzi dei Cavalieri erano la fregatura suprema, non stavano in piedi, le armature “in vero metallo” erano di plastica, non si incastravano ed erano sproporzionate al corpo.
    Adesso ci stanno i Myth Cloth che sono fatti benissimo… e costano 70 euro l’uno…

    Adriano

    4 Mar 13 at 11:05 am

  49. bella Calca’!!
    ma stavi a SanGiovanni al comizio del movimento 5 stelle? perche hanno inquadrato uno uguale a te per parecchi secondi.. po’ esse?

    Pietro

    4 Mar 13 at 11:06 am

  50. “Educazione siberiana spicciame casa” mi ha oneshottato ;D

    randall

    4 Mar 13 at 11:13 am

  51. “Intanto la scienza ti ha rotto il culo” diventerà il mio grido di battaglia contro i complottisti.
    Grazie, Maestro.

    Carunchio

    4 Mar 13 at 11:16 am

  52. Quanto ti capisco … quello che conta è lo spirito e il senso di autorità durante le ripetizioni, concedi ‘na cosa ed è finita … devi valere sempre un pò di più di Google!

    Maurizio

    4 Mar 13 at 11:16 am

  53. Figata, come sempre!!!
    MA lo sai che c’hai un microspazio in una delle vignette del blog di Ortolani???

    http://leortola.wordpress.com/2013/03/04/dai-ard-la-recensione/

    'tacci tua

    4 Mar 13 at 11:18 am

  54. Dalle risate mi stava andando di traverso il plumcake!

    Pat

    4 Mar 13 at 11:19 am

  55. “Divinità egizie metrosessuali potrebbero irritarsi”

    Raffaele

    4 Mar 13 at 11:26 am

  56. Pensa che io per la prima volta in trent’anni mi son messo a studiare scienza seriamente e mi sento come uno a cui hanno appena mostrato un filo incendiato dentro una boccetta di vetro che fa un botto di luce e che gli stregoni chiamano “lampadina”: dici che mi ruba l’anima e posso giustamente corcarli di botte in quanto eretici nemici del dio Sole?

    SalvatoreCthulhu

    4 Mar 13 at 11:27 am

  57. Perchè per Sirio, ti mancavano le dimesse cavigliere del drago!

    http://www.joe-ks.com/archives_jan2007/DragonBoots.jpg

    Tek Setter

    4 Mar 13 at 11:27 am

  58. Adesso mi posso avviare a cuor leggero contro l’establishment 🙂

    LondonSE4

    4 Mar 13 at 11:29 am

  59. Per la cronaca, al CERN (dato che ci lavoro) non bloccano facebook. E so per certo che non bloccano nemmeno i porno. 😉

    gondsman

    4 Mar 13 at 11:29 am

  60. “Educazione siberiana spicciame casa”.

    Io ti amo, dannazione.

    Martins

    4 Mar 13 at 11:32 am

  61. Educazione siberiana spicciame casa. Miglior quote di sempre!

    il Biù

    4 Mar 13 at 11:35 am

  62. sicrable

    4 Mar 13 at 11:35 am

  63. Tra parentesi aggiungo che il regalo di infanzia più deludente di sempre è stato il Robot Emiglio (si, proprio scritto così); me lo feci regalare facendo dissanguare i fondi materni di una vita, convinto che mi portasse il telecomando e la spremuta d’arancia come un futuristico Alfred Cibernetico e invece non faceva un cazzo, il vassoio era mollo e cascava sempre e appena beccava un tappeto si infrociava per terra. Dannata Giochi Preziosi, hai strappato la mia adolescenza di fanciullo troppo presto!

    il Biù

    4 Mar 13 at 11:37 am

  64. j’è già finita la fase emo al moccioso?

    Luca

    4 Mar 13 at 11:37 am

  65. Scrivo dal CERN sotto mentite spoglie, per precisare che Facebook e porno non sono per nulla bloccati, per il resto e` la pura realta`.

    PS
    Qua trovi gente che gioca a backgammon perche` gli piace!!!

    IlMioVeroNome

    4 Mar 13 at 11:42 am

  66. Non so se siano più spettacolari le “divinità egizie metrosessuali” che si irritano, oppure Stephen Hawkings che dice che “la scienza ti ha rotto il culo” 😀

    Andrea

    4 Mar 13 at 11:52 am

  67. Ma non era diventato emo Blanka?

    Mik

    4 Mar 13 at 11:56 am

  68. sono folgorata dalle tue creazioni,grazie

    rosanna

    4 Mar 13 at 12:04 pm

  69. L’evoluzione

    L’auditorium era percorso da un brusio uniforme e fitto il quale, dal suo ronzare in alto guardava, seduta in basso, la ragione del suo esistere: una moltitudine di studenti agitati dalla notizia che, quel giorno, la lezione di scienze l’avrebbe esposta addirittura un professorone, insignito della prestigiosa onorificenza concessa dal miglior gota scientifico e letterario che l’umanità possa vantare, quello che pungeva il petto degli scienziati e dei letterati col premio Nobel.
    Il silenzio entrò col professore e anche il rumore si sedette in attesa spasmodica, oggi avrebbe saputo aspettare pur di cogliere l’essenza della vita che era, per lui, ancora troppo poco rumorosa.
    L’uomo si avvicinò al microfono, ci soffiò sopra per testarne il timbro e uno sputazzo si nascose veloce nella spugna nera e fetida.
    — Buongiorno cari studenti enti enti…— disse, senza trasporto emotivo.
    Lui li detestava uno per uno quei giovinastri, perché si sarebbero bevuti il suo sapere con la stessa sete irriflessiva che aveva avuto lui quando si era ubriacato, da giovane, delle stesse melense ipotesi alle quali aveva interiormente smesso di credere, dopo la tragica e inspiegabile morte della sua amata moglie.
    Iniziò, flemmatico, a infilar parole su una collana di conoscenze che non avrebbe mai trovato chiusura:
    — Il sapere dell’umanità ha fatto passi da gigante da quando la sinfonia espressa dalla sola nota dell’antico conoscere si è complicata nel magnifico concerto che innalziamo al cielo oggi— il microfono stridette a questo dire, fastidiosamente nevrastenico in un sovrapporsi di decibel che anticipava quello delle nuvole, e il cui suono stonava peggio di quella sola nota appena evocata.
    Appena si calmò quel riverbero, continuò, innervosito dall’ostilità dell’impianto sonoro e da una strana oscurità che scivolava giù, attraversando le finestre, dall’alto dell’enorme salone.
    — La cultura ha preso forma dalla concentrazione delle intelligenze, in lotta contro l’oscurità delle profonde caverne dell’animo, e ha contribuito ad affinare lo spirito di un’umanità che si è così unita, abbracciandosi nella consapevolezza di una ricchezza rappresentata dall’armonizzarsi delle proprie, apprezzate, diversità— il silenzio, che era entrato col professore, a questa affermazione si vergognò orribilmente e decise di andare a sedersi accanto al brusio, sperando di confonderci dentro anche il proprio pensiero che, se fosse stato espresso, sarebbe stato un vomito freddo.
    Il timbro della sua voce si impostò sui bassi, come si usa nel declamare verità inconfutabilmente precise, o quando si spera di non far fischiare il microfono.
    — Quelle stesse intelligenze che sono ora sedute a un passo dallo scoprire la loro origine—
    Una vocina secca si alzò irridente dalle scalinate piene, senza che un solo volto ne tradisse la paternità.
    — Cadute, vorrà dire!—
    Uno stato d’animo da combattimento di galli, ondeggiando rapido tra gli astanti, insinuò loro l’aspettativa di una risposta, lampeggiante nel fuoco di un unico e molteplice sguardo che al professorone parve un chiodo da crocifisso.
    — No!—
    Si riprese svelto, in un accenno con il dito che voleva indicare l’alto, ma che s’infilò subito, insieme alla mano di cui faceva parte, in una meno compromettente tasca dei pantaloni.
    — Intendevo in attesa nella profonda riflessione—
    Aggiunse rapido.
    — Perché la comunità scientifica è stanca di lastricare il proprio percorso di teorie fallimentari—
    Concluse, disprezzandosi così intimamente da neanche accorgersene
    — Ora abbiamo la Macchina al Super-protosincrotone che ce lo consente!—
    Brusio e silenzio si scambiarono di posto inorriditi, mentre gli studenti sobbalzarono di meraviglia. Già il nome pareva loro meno roboante di “Fulmicotone” e questo parve bastare loro per non fischiare il professore, anche se questa affermazione suonava simile a quella, fatta l’anno prima, sulla reazione nucleare a freddo, e che si era poi rivelata essere una bufala, sparata da scienziati che ancora occupavano i letti del reparto “Grandi ustionati”.
    — A me è sembrata essere una bicicletta!—
    Insinuò la solita impersonale vocina, spuntata dalla massa in attesa di spiegazioni
    — Quella la uso per non inquinare l’aria!— replicò imbarazzato il Nobel
    — Ah… perché ne è rimasta ancora?— stuzzicò la voce sommersa.
    Il professorone finse di non sentire e s’inoltrò nella descrizione della misteriosa macchina:
    — Fucilate di protoni, attraverso una cascata di acceleratori proto-sincrotonici, che spingono questi protoni a energie relativistiche, producono fasci di spaventosa energia che vengono, a loro volta, sparati attraverso delle linee di transfer che si dispiegano, cento metri sottoterra, per una trentina di chilometri. Quando la circolazione dei fasci di energia si sarà stabilizzata e accordata, i fasci saranno fatti entrare in collisione tra loro…—
    — Magari!— disse il solito facinoroso comunista, seduto in ultima fila.
    Con un gesto enfatico e commisurato all’evento, il professore lasciò che l’intuito degli studenti anticipasse loro, attraverso l’immaginazione ispirata, quali vantaggi avrebbero potuto godere le nuove generazioni da quel microscopico Big Bang artificiale: finalmente l’uomo sarebbe assurto alla dignità di co-creatore con un Dio il quale, prima dell’Homo Scientificus, era stato solo un passabile apprendista.
    La platea giaceva ammutolita e ammirata da quel futuro radioso che stava accelerando la sua meravigliosa corsa, senza più tentennamenti, e si raccolse in gruppi disordinati, fuoriuscendo dai banchi di vecchio e pregevole legno, intarsiato ancora a mano da un ormai remoto passato. Come erano ridicoli quegli arzigogoli nel legno di quercia, in confronto agli intrecci di cavi sotterranei percorsi dal tumultuoso genio umano.
    Quelle migliaia di giovani speranzosi stettero ancora a lungo, fuori dall’Ateneo, ad annodare ipotesi coraggiose attorno all’incredibile utilità del poter creare dal nulla, mentre il professore cercava, senza riuscirci, di rimettere la catena della sua bicicletta sulla corona della quale si era, simbolicamente, liberata.

    Massimo Vaj

    4 Mar 13 at 12:08 pm

  70. Il Piccolo Chimico ha rovinato una generazione: tutti volevamo crearci il T-Rex ed alla fine finivamo IMMANCABILMENTE a sballarci con la polverina dei gessi rubati a scuola per dimenticare la delusione del non esserci riusciti.

    apheniti

    4 Mar 13 at 12:15 pm

  71. Colpa tua che pigliavi Sirio, lo sapevano tutti che era un rompicoglioni lagnoso!

    Luca

    4 Mar 13 at 12:21 pm

  72. è VERO LA scienza popolare non è poi cosi eccitante ma perchè lavorare da mcDonald lo è? almeno usi un po’ di più il cervello. Alla fine non possiamo di certo vivere tutti di emozionanti avventure o scoperte sensazionali. Sarebbe troppo bello! per un mondo che fa schifo sostanzialmente.

    save

    4 Mar 13 at 12:26 pm

  73. La scienza non è mai interessante come te la immagini! Sempre più verità su queste pagine 🙂

    Crash_pgl

    4 Mar 13 at 12:38 pm

  74. Leggendo i vostri commenti, mi rincuora pensare che i miei genitori, ovviamente saggi e ben avvezzi alle sòle che ti rifila il mondo degli adulti, si rifiutarono più e più volte di accontentare la mia richiesta di ricevere per regalo il fottuto robottino, preservando così la mia infantile innocenza dalle disillusioni con cui avrei dovuto fare i conti solo passata la pubertà.

    Re Gatto The Blank

    4 Mar 13 at 12:43 pm

  75. Divinità. Egizie. Metrosessuali.

    Muoro.

    Lorenzo

    4 Mar 13 at 12:49 pm

  76. Ah ah ah quantoccazzomefairidetuttelevolte! Io da piccolo giocavo col Meccano (che già da piccolo trovavo più onorevole del LEGO che invece mi appariva come il simbolo del capitalismo e della borghesia!), il piccolo chimico è da schiappe (secondo me pure il cannocchiale lo era…)…
    Saluti dal CERN!
    Bozzo

    Bozzo

    4 Mar 13 at 12:49 pm

  77. Compio gli anni domani, m’hai fatto il regalo in anticipo.
    Vecchiaia, spicciame casa!

    Do

    4 Mar 13 at 12:50 pm

  78. Se, se continua a fa’ il simpatico. Tanto sappiamo che programmi televisivi frequenti…

    sofista

    4 Mar 13 at 12:51 pm

  79. Piccolo paradosso. Le scatole dei cavalieri dello zodiaco di quando eravamo piccoli noi erano così:

    http://img.class.posot.it/it_it/2013/01/06/I-Cavalieri-dello-Zodiaco-Saint-Seiya-Sirio-il-Dragone-20130106001039.jpg

    quella che hai disegnato è la nuova serie del 2009!

    Nemus

    4 Mar 13 at 12:52 pm

  80. Il CERN e’ l’ultima casa accogliente per i nerd!

    Ayresis

    4 Mar 13 at 12:56 pm

  81. pollo smidollato <3 mi sa che siamo in pochissimi a ricordarlo!

    sBionda

    4 Mar 13 at 12:58 pm

  82. Complimenti ancora una volta.
    E +1 per l’ appuntamento finale di Milano.

    Daje.

    Florian

    4 Mar 13 at 12:58 pm

  83. ma quando te la fai un’ app per iphone?… che ti voglio leggere anche quando vado al cesso!

    Dawidh

    4 Mar 13 at 12:59 pm

  84. p.s.

    SEI IL MIO MENTORE!

    Dawidh

    4 Mar 13 at 12:59 pm

  85. p.p.s.

    io ci mettevo lo skotch alle caviglie dei cavalieri e vedi come restavano sù! 🙂

    Dawidh

    4 Mar 13 at 1:00 pm

  86. Purtroppo la mia coscienza mi impone di stare sempre dalla parte di Hawking, sai com’è, vivere a Roma nord impone la militanza. Però dalla poltiglia di zolfo e dai cavalieri con le gambette molli ci siamo passati pure qua. Tanta solidarietà e GRAZIE.

    Philippus

    4 Mar 13 at 1:03 pm

  87. C’è un sacco de gente che gioca a Risiko la domenica pomeriggio in mensa…
    Il porno qui non ha senso… Senza “buffering” non tre lo godi…
    Ariciao, Matteo

    Bozzo

    4 Mar 13 at 1:11 pm

  88. Bomba. 16 marzo DAX, l’hai appizzato troppo, nse vede! Daje!

    unz

    4 Mar 13 at 1:11 pm

  89. Ma organizzare una partita di magic online con i tuoi fan ? 😀

    Romus

    4 Mar 13 at 1:12 pm

  90. “Ancora tu”?
    Quando è che è già comparso Stephen Hawking nei tuoi fumetti? Diavolo, proprio non me lo ricordo.

    Alex

    4 Mar 13 at 1:32 pm

  91. regà, la Scienza è fica a prescindere 🙂

    fumo indiretto

    4 Mar 13 at 1:58 pm

  92. Fantastico!! Io avevo il Capricorno, quella maledetta armatura quando non gli cadeva a pezzi lo appesantiva rendendo impossibile giocarci!

    Andrea

    4 Mar 13 at 2:04 pm

  93. Anche io avevo chiesto un cavaliere dello zodiaco e ovviamente mi aspettavo un pegasus, un sirio o Phenix… invece mi hanno regalato quel metrosessuale di aries “come il tuo segno zodiacale”! ma vaffanculo, ariete non è mai piaciuto a nessuno! e non stava in piedi! e di tutti quei pezzetti di armatura dopo mezz’ora di monta e smonta ne avevo già persi la metà!
    Hai riaperto una grossa ferita stavolta!

    Cr15tian

    4 Mar 13 at 2:16 pm

  94. MITO.

    RobStark

    4 Mar 13 at 2:26 pm

  95. ma cazzo sono l’unica che non sa che cosa vuole dire spicciame casa? grande comunque sempre grandissimo!

    cecilia

    4 Mar 13 at 2:31 pm

  96. Grande come sempre, sghignazzo ogni due vignette a voce alta 😀 Solo un piccolo appunto da maestrina fallita che non ha di meglio nella vita che andare a far la punta a… beh, lo sappiamo a cosa… l’inventore della stampa a caratteri mobili si chiama GuteNberg, con la N al posto della M. Cmq la mia stima per te rimane inalterata 🙂

    Adriana

    4 Mar 13 at 2:32 pm

  97. ma il grassetto stampato\gutemberg ?!?!
    ché m’hai preso per coglione??;)

    Alberto

    4 Mar 13 at 2:33 pm

  98. Assoluto genio…se non ci fossi bisognerebbe inventarti! GRANDE!!! 😀

    Gianluca

    4 Mar 13 at 2:47 pm

  99. Ma guarda… non avendo visto un solo commento negativo quasi mi sento in dovere u.u mi fai ammazzare dalle risate ad ogni tua pubblicazione è sei una sorta di punto di riferimento qualitativo per gli altri fumetti ironici che leggo… ma questo m’ha lasciato totalmente senza manco un sorriso -.-” avrà attecchito poco il tema? Il tentativo di dire “la scienza non funziona”? O_o bah…

    Legion

    4 Mar 13 at 2:53 pm

  100. Grande Zero! 😀 Ogni volta che ti vedo (anzi, ti leggo) alle prese con Blanka penso a me quando faccio ripetizioni! Il problema è la Weltanschaaung!

    Nicoletta

    4 Mar 13 at 3:08 pm

  101. 100 commenti e nemmeno una citazione di xkcd? Scandaloso! 🙂
    http://store-xkcd-com.myshopify.com/products/science-works

    claudio

    4 Mar 13 at 3:13 pm

  102. “Life is not a torneo di magic, baby.”

    Giobbe

    4 Mar 13 at 4:10 pm

  103. […] scienza vs strada at Zerocalcare.it […]

  104. […] ragione, quell'esperimento manco a me funzionava: scienza vs strada at Zerocalcare.it Back in the day games were made do be played. Today games are made only to be payed. […]

  105. Sirio il Dragone colpisce ancora. Come nella penultima striscia, quando c’è di mezzo lui, me fai morì!

    5 picchi

    4 Mar 13 at 4:47 pm

  106. Fai bene ad insegnare ai tuoi ragazzini le regole della strada! E che dire… sei sempre bravissimo (Stephen Hawking è uguale :D)

    Giulia

    4 Mar 13 at 6:00 pm

  107. sei troppo forte! ma la più bella è quella dei genitori al computer….ci sto ancora ridendo! ^_^

    cristina

    4 Mar 13 at 6:10 pm

  108. una volta ho conosciuto uno che faceva il figo bullandosi di lavorare al CERN, poi ho scoperto che faceva la guardia giurata, al CERN

    noe

    4 Mar 13 at 6:24 pm

  109. Come riassumere questa striscia in 4 parole :
    Educazione siberiana spicciame casa.
    ahahahahahhaahhaha

    FuckYeah

    4 Mar 13 at 6:32 pm

  110. Le caviglie molli dei cavalieri dello zodiaco me le ricordo pure io… per farli stare in piedi li facevo camminare rasente i muri, come una manica di omofobi. 🙂

    Faccio

    4 Mar 13 at 6:40 pm

  111. Ma… allora Blanka è stato bocciato all’esame di terza media?

    ElleTurandot

    4 Mar 13 at 6:44 pm

  112. divinità egizie metrosessuali?
    bah!
    niente a confronto con le forze galvaniche occulte!

    mack

    4 Mar 13 at 7:32 pm

  113. «La fisica funziona!» [cit. Armadillo]

    Grandissimo! Un saluto da Pisa!

    Ciccio

    4 Mar 13 at 8:06 pm

  114. I pezzettini di carta erano però molto utili con i cavalieri dello zodiaco, per mantenere su le armature…

    Ah, visto che ce siamo, tiè:
    http://leortola.files.wordpress.com/2013/03/dai-ard3.jpg

    Onilink

    4 Mar 13 at 8:21 pm

  115. […] scienza vs strada at Zerocalcare.it. […]

  116. “Divinità egizie metrosessuali”…muoio 😀

    Raf

    4 Mar 13 at 9:39 pm

  117. Piccola nota da ignorante studentessa di legge: la scommessa non è valida anche se si evince dalle circostanze l’obbligazione era stata fatta celiando, o se la posta in gioco è palesemente sproporzionata alla condizione dei contraenti… se ricordo bene 😀
    Grazie per tutto! ^^

    Gee

    4 Mar 13 at 10:13 pm

  118. a Novembre a Genova c’è il festival della scienza. Fidati 😉

    Gal

    4 Mar 13 at 10:32 pm

  119. mitico!

    Ema

    4 Mar 13 at 11:18 pm

  120. sempre al top, graze Zerocalcare

    Chantal

    4 Mar 13 at 11:21 pm

  121. speravo intervenissi anche tu a Gazebo ieri!!! 🙂 Quando ti ho visto oggi pomeriggio non ci potevo credere!!! Grande ZC!!!

    Educazione Siberiana spicciame casa!!!!

    Psp11

    5 Mar 13 at 12:15 am

  122. Pollo smidollato rules.

    Michele

    5 Mar 13 at 1:12 am

  123. Premesso che sono un tuo grandissimo fan, non posso non sciorinarti questa citazione:

    “Science is interesting, and if you don’t agree you can f*ck off.”

    Richard Dawkins

    Alex

    5 Mar 13 at 1:22 am

  124. PS ho conosciuto uno che lavorava al CERN; nel tempo libero ci hanno girato un film amatoriae sugli zombi… questo te lo rende più interessante? 😀

    Alex

    5 Mar 13 at 1:23 am

  125. Ammazza quanti siamo a scrivere dal CERN! Calca’ me sa che il tuo blog e’ un covo di nerd! W NA62!
    G.

    Gianluca

    5 Mar 13 at 1:39 am

  126. Vabeh, io sono felice.

    Leppola

    5 Mar 13 at 4:32 am

  127. “da chi ti farà chiedere regali di natale di cui poi ti pentirai, maledicendoti per non aver scelto la xbox” eCeZZionale 🙂 non delude mai.

    doppiopasso

    5 Mar 13 at 8:55 am

  128. Mentre io trascorrevo il tempo a consumare erba e allucinogeni, in non modica quantità, voi avete scialato la dignità coi cavalieri dello zodiaco. Eccheminchia! Ci credo che siete tutti democratici, non vi resta che sperare che qualcuno, dal basso, tolga i petardi dal fuoco per voi senza poi metterveli in mano. Ah… le nuove generazioni che avranno in mano il timone del mondo punteranno la rotta verso il cielo oscuro, senza tenere in conto quanto pesa il vascello. Ma vi rendete conto che dopo aver sprecato in futilità il vostro passato, sarete costretti a recuperare il tempo perduto col concentrare le esperienze lascive in un lasso di tempo così breve da rischiare di uscire dal coma profondo in cui state…

    Massimo Vaj

    5 Mar 13 at 9:59 am

  129. La scienza non è interessante per l’uomo medio, per colui che ricerca la bellezza nella spettacolarizzazione, che si discosti notevolmente da quella reale.
    Il problema è la categorizzazione di scienza, fra quella astratta, sperimentale e sopratutto teorica, con quella materiale, concreta e sopratutto lucrativa.
    Non esiste una scienza fatta per divertimento, anche perchè questa non fornirebbe denaro e quindi non avrebbe senso di esistere in un mondo governato da essa.
    Ma paradossalmente si ricercano concetti paradossali e fantastici, per ridirigerli alla realtà è usarli come fonti di guadagno (basta vedere tutte le ultime teorie più importanti sulla statistica e valutazione dei rischi).
    Invero, l’uomo medio spera che la scienza sia alla sua portata, ma l’uso di utensili più intelligenti di lui e capaci di sormontare le capacità donateli, da chi cavolo volete voi, dimostrano la sua totale incapacità ed inutilità.
    Arrivando paradossalmente al punto di ridirigere anche la natura umana, per “clonare” “fortunati” che posseggono l’unica capacità di poter “creare” strumenti capaci di soverchiarli.
    Difatti, la scienza è noiosa se ridiretta alla realtà, anzi in alcuni ambini, trascende anche il concetto di umanità, denigrandolo e abbattendolo.
    Perciò, se volete trovare piacere nella scienza, adattatevi alla fantasia, che è raggiungibile da qualunque uomo, senza adentrarvi necessariamente in argomenti, che discernono gli stessi concetti a cui siamo abituati a riempirci la bocca.
    Buona giornata

    Drakuma

    5 Mar 13 at 11:15 am

  130. GuapuX

    5 Mar 13 at 11:27 am

  131. ma non ho capito, sono l’unica che da quando blanka e’ riapparso si sta chiedendo: ma ha passato l’esame di terza media o no?

    comunque BLABLABLA intanto LA SCIENZA TI HA ROTTO IL CULO lo diro’ a tutti d’ora in poi (sono un fisico, e si’, ho anche lavorato al cern fino all’anno scorso)

    Serena

    5 Mar 13 at 11:56 am

  132. zerocalcare so che apprezzerai, su repubblicapuntoit c’è il link per il loro nuovo animale fichissimo: l’armadillo gigante!!!
    http://www.nationalgeographic.it/natura/animali/2013/03/04/foto/le_prime_foto_di_un_cucciolo_di_armadillo_gigante-1540319/1/#media

    Cr15tian

    5 Mar 13 at 12:25 pm

  133. So primo!!!…o forse no…ma alla fine ESTICAZZI NO????!!!!

    Grande calcare! Ci disegni la vita!

    ieietto

    5 Mar 13 at 12:42 pm

  134. Sei anche su Repubblica.it, specchietto la Repubblica Sera, con titolo “Dalla carta al Web il fumetto non muore mail”..
    Grande Zerocalcare!!
    🙂

    Fluke

    5 Mar 13 at 1:01 pm

  135. IMMENSO CALCARE.

    Sergio

    5 Mar 13 at 1:29 pm

  136. “Cento sacchi”: dovevi dargli un pacco di sacchetti di plastica.

    Gio

    5 Mar 13 at 1:54 pm

  137. sincronizza ruzzle con facebook che avendoti come amico sarò lieto de rompete er culo.. 😀
    ah, si…bella la storia de sta settimana…

    Massimetto

    5 Mar 13 at 5:13 pm

  138. Però Hawking l’hai fatto un po’ troppo figo, eh! 🙂

    Sara

    5 Mar 13 at 6:09 pm

  139. Immenso come al solito. Qualcuno di noi ti ama! 🙂

    ZED

    5 Mar 13 at 6:57 pm

  140. non sentivo di doverti commentare, ma l’ho fatto solo perchè ti leggo e mi piace

    Ale Bologna

    5 Mar 13 at 7:46 pm

  141. Ai stim iù!

    Rocco R.

    5 Mar 13 at 10:07 pm

  142. fisica.
    divinità egizie.

    questo ricorda vagamente qualcosa…
    ravana nei menadri della mente…
    ah sì. trovato.
    http://www.shockdom.com/webcomics/eriadan/2009/02/18/lezioni-semiserie-3-con-intervallo/

    ANUBI rocks! 😀

    marco

    6 Mar 13 at 12:25 am

  143. “Life is not a torneo di Magic, baby”

    Sei una leggenda.

    Salz

    6 Mar 13 at 12:57 am

  144. Piccolo chimico o piccolo tossico? Tvb

    Parabailar

    6 Mar 13 at 1:06 am

  145. Già non si areggevano in piedi prima…
    Mo dei due che mi sono rimasti, uno è senza una gamba, l’altro gli si è rotto il piede.

    Se si reggono, vado di corsa alla prima Chiesa e mi faccio prete (tanto oggi non è la giornata della lezione sull’onorare le scommesse, tiè!)

    Grandissimo Calcare!

    OrsoInPiedi

    6 Mar 13 at 3:19 am

  146. Sei un genio!

    Fred

    6 Mar 13 at 10:48 am

  147. Ammazza com’è affollato il CERN! Tutti che lavorate lì? Io ci sono stata in una triste gita al liceo (e per una che aveva 4 di fisica è stata davvero una gran rottura di ovaie), e ho visto solo due nerd alla macchinetta del caffè… Quante persone ci vogliono per guardare una particella di Dio? No dico, sarà pure importante, ma mi sembra un po’ come i 10 scienziati che osservano il panda riprodursi.
    Comunque, per la cronaca, i miei non mi hanno mai voluto regalare gli omino dei cavalieri dello zodiaco dato il mio sesso femminile… Però quanto avrei pagato per averlo, anche se si accasciava!
    Daje Zero! Sei unico!

    Gatto

    6 Mar 13 at 1:41 pm

  148. Il mio Blanka ‘n c’ha manco ste curiosità.
    Che afflizione.

    Martye.

    6 Mar 13 at 1:56 pm

  149. Ai stim iù = I appreciate you

    Rocco R.

    6 Mar 13 at 4:42 pm

  150. A Calcá spicciame casa é un tajo spesso!

    Diablo

    6 Mar 13 at 4:48 pm

  151. Grande Zero. Epico come sempre.

    pure Dax Odia Ancora..

    16 marzo, per non dimenticare!

    zuegg

    6 Mar 13 at 4:51 pm

  152. I cavalieri dello Zodiaco erano fighi ma mollicci… non come il buon vecchio Big Jim…
    Grande Zero!
    Sei come la Scavolini!

    cuttolo

    6 Mar 13 at 7:26 pm

  153. per me che sono quasi un fisico e che non amo quasi mai l’ironia sulle scienze….(o perchè mi sembra agghiacciante verità o perchè altrimenti non fa ridere) è stupendo scienza vs strada

    an

    6 Mar 13 at 9:49 pm

  154. Sei un grande…veramente un grande! 😀

    INSEGNAGLI A VIVERE, CALCA’!

    Fenix

    7 Mar 13 at 1:06 am

  155. Quanti come me hanno interiormente letto le frasi di Hawking con la sua voce robotica?

    Pietro

    7 Mar 13 at 2:51 am

  156. […] che ZeroCalcare è ufficialmente il disegnatore preferito di questo blog (insieme a Marco Albiero), direttamente dal sito della Bao Publishing vi segnalo l’uscita del […]

  157. Al “Life is not a torneo di magic” ho cappottato.

    Manto

    7 Mar 13 at 10:53 am

  158. Finale IMMENSO!

    Roberta

    7 Mar 13 at 11:17 am

  159. Meraviglioso! (Gutenberg, con la n)

    None

    7 Mar 13 at 1:23 pm

  160. QUANTO MI SEI MANCATO!! MA DOV’ERI!! TRAUMATIZZATO DAL RISULTATO ELETTORALE!??
    PS SCRIVO QUESTO COMMENTOA NCORA PRIMA DI LEGGERE IL PEZZO, TANTO LO SO CHE MI SVOLTERAI COMUNQUE LA GIORNATA..:-)

    paola

    7 Mar 13 at 1:47 pm

  161. MADRE [al tele­fono]: – Sto aspet­tando tuo padre per bermi un caffè.
    IO: – Ma lui a quest’ora non ne prende MAI!
    MADRE: – Sì.. ma devi aprirmi la caffet­tiera.
    IO: – Oddìo.. ma perché non ti compri una volta per tutte una macchi­netta per espressi? So’ quarant’anni che ci fai aprire caffet­tiere!
    MADRE: – Eh, ma quelle robe non le so usare.
    IO: – Embè? Lo puoi impa­rare, hai perfino impa­rato a usare Twitter, a settan­t’anni!
    MADRE: – Sì, ma Twitter è una cosa VIRTUALE, mica può esplo­dere, o intos­sicarmi, o bruciarsi, o far saltare la corrente.
    IO: – Ehm.. in effetti no.

    (Morale: i vecchi hanno ben presente le diffe­renze fra virtuale e reale.)

    MaubruhRm

    7 Mar 13 at 4:28 pm

  162. minchia quantevvero, i Cavalieri scavigliati e con pezzettini di armatura che non solo non si vestiva da sola, ma manco stava attaccata.
    In compenso preferivo pensare che quando si staccava era la “svestizione” maggica.

    PS: ho comprato entrambi i tuoi libri.
    Alla profezia do 10. Far ridere e commuovere e cosa di alto livello.
    Al Polpo do un 7emezzo… minore, ma merita decisamente.

    complimenti vivissimi

    JackilNero

    7 Mar 13 at 6:15 pm

  163. Ahahahahah!
    E’ vero!!!! non stavano in piedi!!!
    Io avevo Capricorn!!!!!
    je se staccavano pure i pezzetti dell’armatura… che pippa…

    Elisa

    7 Mar 13 at 6:31 pm

  164. Ciao a tutti belli e brutti

    vincent

    8 Mar 13 at 9:42 pm

  165. fottuti giocattoli dei cavalieri, ricordo che cera il concorso per chi mandava la foto più bella dei cavalieri col tempio dietro (che era la scatola), ma non ricordo cosa si vinceva…ma tanto non abbiamo mai vinto i nostri cavalieri stavano tutti seduti, non cera verso di farli stare in piedi se non piegati come ultra ottantenni.
    Bacini

    Danimaiolo

    9 Mar 13 at 3:35 am

  166. Per chi ancora non lo avesse intuito io, con qualche enorme sforzo ancora, sarei prossimo alla consapevolezza assoluta per la quale neppure i Profeti accarezzano la possibilità di riuscire ad accedervi. Dall’alto della mia visione mi sporgo sulla realtà, la osservo e vi consegno la chiave, sotto forma di un aforisma, per risolvere i suoi arzigogolati, e spesso inestricabili, meandri:

    La scienza si occupa del come funziona la realtà, la metafisica del perché funziona e la religione del come guadagnarci sopra…

    Massimo Vaj

    9 Mar 13 at 7:34 am

  167. Vado off topic eh.
    Che ti hanno fatto di male i Klasse Kriminale? 😉
    Un polpo alla gola spacca tutto. Bravissimo.

    Anto

    11 Mar 13 at 12:16 pm

  168. Ho le lacrime! Sei fantastico!! La parte sul CERN mi ha spezzato! Ahahahah!

    Francesca

    11 Mar 13 at 1:25 pm

  169. Grande ZC, sempre grandi storie, il picco però l’hai raggiunto con la penultima (I vecchi e il PC)… fantastica!!!

    Ah, per tutti, guardate qui… 😉

    http://www.amazon.it/Ogni-maledetto-luned%C3%AC-due-Zerocalcare/dp/8865431555/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1363089991&sr=8-3

    Lo stavo aspettando con tutto il cuore, lo volevo in carta a casa, era prevedibile… era impensabile che ti sparassi tutto questo popò di lavoro aggratisse…

    Ciao, Paolo

    Paolo

    12 Mar 13 at 2:08 pm

  170. Primooooo!!!

    Il Cavallo

    12 Mar 13 at 3:11 pm

  171. a calca’, grande sto blanka solo a vederlo me fa ride! sei troppo forte! vita vera a fumetti… 😉

    GRIGIOVELENO

    13 Mar 13 at 11:29 am

  172. Siamo nel pantano di un epoca destinata a stravolgere gli ideali che ha nutrito solo con le parole. Siamo tutti qui, nella spasmodica attesa di poterci comprare un robot che ci faccia da confessore, pronti a crackare il robot del vicino di casa per sputtanarlo su FaceBook. Abbiamo avuto un sussulto gelido quando la fumata bianca in piazza San Pietro ci disse di avere un Pontefice che aveva fatto il cannoniere nell’esercito nazista, e oggi un’altra fumata ci consegna un nuovo Papa che era colluso, al tempo in cui era presidente dei vescovi argentini, con il dittatore argentino che sterminò trentamila desaparecidos.
    Ma quale anticristo?
    Stavolta le profezie le abbiamo lasciare di stucco, e se anche verrà l’anticristo, al confronto con chi l’ha preceduto sembrerà un povero cristo qualsiasi. Zerocalcare oggi deve fare una scelta, non di campo perché ha l’aria di saper fare al massimo tre palleggi di fila prima di rompere qualche vetro, nemmeno una scelta politica, perché rischia che al Mac Donald non lo facciano più entrare, e lui non riuscirebbe a terminare la collezione dei guerrieri dello Zodiaco. Sarà messo dal Fato nella condizione di poter decidere, attraverso l’ironia sarcastica che ha avuto in dono e nella quale è maestro, del futuro dei propri figli e nipoti, assieme a quello degli amici che sono amici loro. Dovrà affrontare lo spinoso argomento che sta sotto i piedi di tutti, e trovare una soluzione che nessuno è ancora riuscito a intravvedere, compreso il sottoscritto che manco ha capito quale possa essere questo cazzo di argomento spinoso, e sa solo che è stanco di zoppicare, oltretutto senza neppure sapere dove minchia sta andando. A zero… aiutaci tu, ché il ciel non ne vuol più sapere…

    Massimo Vaj

    15 Mar 13 at 9:47 am

  173. Dove sono finite le tettine adipose? Un rimorso politically correct?

    sacripante

    15 Mar 13 at 1:46 pm

  174. Sto cacchio di Akinator m’ha azzeccato pure Zerocalcare!!
    http://it.akinator.com/personnages/propose

    Andrea

    15 Mar 13 at 4:00 pm

  175. negligente.. aggiorna il sito

    S

    15 Mar 13 at 7:17 pm

  176. che autore fantastico! grazie Zero!

    è già un classico, come Fedro, Esopo, o Carl Barks!

    la cosa che mi colpisce di più e come un lettore come me, più di trenta anni più vecchio di Zero, si identifichi completamente, sia perfettamente in empatia con le situazioni da lui descritte e splendidamente disegnate

    l’ho conosciuto tardi, su un forum di cui si parlva male dei suoi libri, che ordinerò in giornata!

    grazie ragazzo!

    Adriano

    AdrianoVin

    21 Mar 13 at 10:15 am

  177. Sempre bellissimo leggerti

    Mezzatazza

    23 Mar 13 at 10:03 pm

  178. “Così impari a ironizzare sui Cavalieri dello Zodiaco con le gambe molli.”

    I see what you did there 😀

    Ziodiavle

    25 Mar 13 at 3:12 pm

  179. «EDUCAZIONE SIBERIANA SPICCIAME CASA» hai vinto.

    Sergio

    26 Mar 13 at 11:19 am

  180. “Life Is Not A Torneo Di Magic”..ed è con questa battuta finale che anche stavolta vinci!!!

    Mi trovo ad Amsterdam,dove vivrò per qualche mese (ora puoi vantarti di avere gente che ti segue pure dall’Olanda!)…affissa al muro di uno squat ho trovato una pagina del tuo fumetto sul G8 di Genova,2001(forse,fra l’altro,la prima cosa che ho letto fra le tue),tradotta in inglese..mi sono sentito a casa. 🙂

    Lorenzo Still Breathing

    8 Apr 13 at 3:21 am

  181. Caro Zerocalcare, voglio ringraziarti perché me migliori la vita pure se non me conosci.
    Ti prometto che allorquando avrò imparato a tenere a bada la mia dipendenza da peperoni arrostiti (e quindi avrò possibilità di mettere da parte gli euri sufficienti) me compro tutta la tua produzione.
    GRAZIE

    sò Franco

    16 Apr 13 at 10:17 pm

  182. Io avevo Crystal e il buon Acquarius, li ho consumati…

    PaoloDiogo

    1 Mag 13 at 12:44 am

  183. Su “pollo smidollato” JN morì di una morte lenta ed esilarante.

    JohnnyNapalm

    5 Mag 13 at 9:56 am

  184. ciao!mi spiegate perché ‘life is not a torneo of magic’ e ‘educazione siberiana spicciame casa’ sono battute geniali? non riesco a capirle. grazie

    Just

    11 Mag 13 at 1:21 am

  185. Just, quando spieghi le battute non fanno più ridere. Quando poi hai BISOGNO che ti spieghino le battute, se hai un amico così amico da farlo tanto da destrutturare il meccanismo comico anche se è umiliante e mortificante sia per chi lo fa che per chi lo riceve, inevitabilmente NON-TI-FARA’-MAI-RIDERE.

    «EDUCAZIONE SIBERIANA SPICCIAME CASA» mi ha quantomeno fatto imparare un modo di dire rommanesco che non conoscevo.

    Con “me fai ‘na pippa” non sarebbe stato altrettanto fico. E in ogni caso devi aver visto il film in questione per farti un’idea.

    E dopo questo se per caso avessi avuto un abbozzo di sorriso in faccia dovrebbe esserti scomparso: matematico: spiegare le battute le uccide. Ma anche l’autopsia ha la sua utilità, in effetti.

    giast

    13 Mag 13 at 7:20 pm

  186. è bellissimo x°°D

    DLion

    30 Mag 13 at 5:01 pm

  187. Penn and Teller – Mighty Cheese.
    Ovvero: MAI scommettere contro la scienza spiccia, gli esperimenti vengono preparati proprio per vincere le scommesse. (ecco perché funzionano…)

    keeper1h

    2 Giu 13 at 5:17 pm

  188. Come fisico (tanti qui eh) avrei dettagliato: la scienza dura ti rompe il culo.
    Ma Anche tu non scherzi per quanto fai ride.

    adri

    13 Set 13 at 11:50 am

  189. Grande stima, e poi il quote di Mucca e Pollo vale x3

    Se'

    24 Set 13 at 10:47 pm

  190. “Life is not a torneo di Magic”

    Sei grande Calcare

    Crios

    26 Ott 13 at 10:14 am

  191. A proposito di backgammon, il mio professore di storia dell’arte del liceo è stato campione mondiale. Giuro. Tutto documentato.

    gattogattogatto

    17 Gen 14 at 11:26 pm

  192. “divinità egizie metrosessuali si irritano”
    Geniale! ahahahahah!!!!

    Elisa

    3 Feb 15 at 9:27 pm

  193. Per tutte le volte che ho letto le tue vignette, ho riso e non ti ho detto un cazzo …
    Grazie Zero, Grazie Calcà!!
    Sei un grande 🙂

    riccardo

    3 Feb 15 at 9:52 pm

  194. Che dolce che da ripetizioni XD

    ross

    4 Feb 15 at 11:41 am

  195. ;’) <3

    shynil ng

    4 Feb 15 at 9:28 pm

Leave a Reply