Ogni maledetto lunedi su due



119 comments

Questa settimana niente storia, perché so’ stati giorni impicciati, anche per la chiusura di questo:
coverbassa

Sono 216 pagine, che raccolgono le storielle del blog dalla nascita fino a quella dei vecchi che non usano il PC.
In più ci sono una cinquantina di pagine inedite, a colori.
Mo’, uno magari pensa che le pagine inedite sono un pretesto per vendere la raccolta del blog. In verità, è quasi il contrario.
Cioé è la raccolta del blog che per me è stata un pretesto per disegnare quelle pagine, che fanno da filo conduttore e che raccontano un po’ quello ci sta dietro, intorno e davanti al blog, e che spesso non si vede esplicitamente. aramad1Me ne sono accorto mentre lo scrivevo. No, è  un modo per raccontare un po’ quello che mi sono visto intorno negli ultimi dieci anni, da quando sono uscito da scuola fino ad oggi, e cos’è cambiato per me quest’ultimo anno, il blog e tutto quanto. armad2 Si che lo so, ma questo lo do sempre per scontato per tutto quello che pubblico, e per come regola di vita in generale (ovviamente parliamo dell’accezione romana dello sticazzi. L’unica.)
Però che ti devo dì, a me sta roba mi sta a cuore perché storielle raccolte sono un pezzo di me, e pure la parte inedita è un altro pezzo, che in questo blog non ho spesso modo di raccontare.
Ah, ovviamente il blog rimane online e consultabile, non è che siccome le raccolgo in un libro le cose vecchie non si possono più vedere. Quindi boh, mi pare d’avere fatto le cose precise.

Si preordina da Amazon, da Feltrinelli e  dal sito Bao, e sta dal 3 maggio in libreria. O a fine aprile al Napoli Comicon.
Ah, questo è l’incipit .

 

Written by zerocalcare

marzo 18th, 2013 at 2:02 am

Posted in Uncategorized



119 Responses to 'Ogni maledetto lunedi su due'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Ogni maledetto lunedi su due'.

  1. ‘orco! un salto a dargli un’occhiata lo faccio..

    Akka-P

    18 Mar 13 at 2:22 am

  2. se leggo un altro “un’altro” non ti leggo più eh.

    Gianni

    18 Mar 13 at 2:38 am

  3. Siccome ti lowwo tipo troppo (non parlo veramente così per fortuna) ho pensato che non potevo inaugurare il mio primo stipendio in un modo migliore che prendere tutti e tre i tuoi libri. Hell yeah!

    Annalisa

    18 Mar 13 at 2:39 am

  4. Non vale! Mannaggia…annunci delle strisce inedite e solo dopo aggiungi che saranno in vendita dal lontanissimo 3 Maggio…e in più facendoci venire la bava alla bocca giustifichi il fatto che per la prossima striscia dovremo aspettare come un mese… 😛

    Gerry

    18 Mar 13 at 3:13 am

  5. Su quattro, se va bene…

    Uno

    18 Mar 13 at 3:28 am

  6. dovremmo incazzarci? te lo dico, se pure ogni lunedì su due ci mandi un incipit del genere va bene comunque!

    simone

    18 Mar 13 at 3:35 am

  7. …tanto alla fine i tuoi libri li compriamo sempre tutti (io, per lo meno, li ho tutti quanti, tutti e due) quindi, scremando tutte le parti propagandistiche e puerilo-scusantistiche inutili, quello che rimane è questo: visto che mo’ non c’hai più ‘na sega da fare, possiamo contare sul fatto che recupererai tutti i lunedì che hai bucato e ti metterai a postare a cottimo, tipo 3 storie al giorno per i prossimi due mesi? Questo sì che sarebbe fare le cose precise, non usare ‘sto cazzo di armadillo come fosse una FAQ, mortacci tua!!! Voglio dire, ci stai rovinando l’infanzia a farci venire qui tutti i lunedì ad orari impossibili per scoprire che per un cazzo o per l’altro la nostra agognata dose di ZC non c’è…

    Giobbi

    18 Mar 13 at 3:43 am

  8. bello! saluti dall’australia, ma le spedizioni costano troppo ci…

    mele

    18 Mar 13 at 3:52 am

  9. Appena torno a roma lo prendo!!! Ti vogliamo bene Zerocalcare!!

    Ale

    18 Mar 13 at 4:21 am

  10. grande!

    albertobat

    18 Mar 13 at 4:22 am

  11. Ma a fine aprile al Napoli Comicon ci sarai anche tu dal vivo?? Non dirmi di sì perchè rosicherò tantissimo, visto che sono di Napoli ma fino a maggio sono all’estero >_< Sei grandissimo, ho scoperto il tuo blog da poco ma ho già divorato tutto e ormai aspetto con ansia i tuoi lunedì 😛 Continua così!

    Mandarina

    18 Mar 13 at 4:34 am

  12. Io ho appena finito di leggere la profezia che mi e’ giunta in regalo di laurea insieme a un polpo alla gola dai miei amici,stanchi di sentire i miei lamenti che li volevo troppo leggere ma non li trovavo mai o per i piu’sfortunati di beccarsi il giretto in fumetteria a san lorenzo dove un tizio magro,alto e mezzo stupito di vedere una donna la’ dentro mi guardava ogni volta come se gli avessi chiesto le copie originali dei vangeli apocrifi e basito mi rispondeva ” mah,non ce li ho adesso vediamo se li ristampano”. Tutto questo per dire che la profezia e’ bella,bella la storia e bello tu secondo me.
    Quindi mi rileggo volentieri tutte messe carine e in ghingheri anche le storie del blog.
    Notte calcare

    sara

    18 Mar 13 at 4:52 am

  13. Bravo Zero, appena racimolo un po’ di solduzzi e finisco di picchiarmi con la postpay un investimento per forza te lo dovrò fare (oppure aspetto la libreria molto culopesantemente parlando, così avrò una scusa per uscire di casa e non ammuffire)

    mo s’attendono storie fresche fresche!

    Xab

    18 Mar 13 at 5:21 am

  14. Ahhahahaha!!!!!! GIA’ LO SAPEVOOOOOOOOOOOOOO!!!!!

    È dal 12 marzo che Amazon lo ha messo in lista, ed in effetti mi chiedevo com’è che eri così riservato da non presentarlo qui! ;-D

    Non vedo l’ora che mi arrivi: trovo le tue storie FANTASTICHE!

    Smack!

    Alessandra

    18 Mar 13 at 8:28 am

  15. Lo sai che adesso tutti vorranno l’emoticon dell’armadillo, vero? LOL

    Beppe

    18 Mar 13 at 8:54 am

  16. «un’altro pezzo»? tsk tsk tsk. Povero Blanka.

    Ah, già che ci sono: qui al nord l’unico significato di sticazzi è “stupore”. Ed ovviamente è l’unica accezione giusta. Poi quando incontro un romano ho bisogno della traduzione simultanea…
    😉

    GrammarNazi

    18 Mar 13 at 9:06 am

  17. Primo… A ordinare il libro! 😉

    Paolo

    18 Mar 13 at 9:38 am

  18. Primo… nel prenotare la raccolta! 😉

    Paolo

    18 Mar 13 at 9:39 am

  19. oh beh, PRIMO!
    che devo dire: le tue storie sono fantastiche, mi hai ri-aperto un mondo, preordinato ancor prima del post; dovresti fare più libri, costruirci sopra una holding e diventare il padrone del mondo.

    😉

    Federico

    18 Mar 13 at 9:40 am

  20. Sai che all’inizio dell’incipit mi aspettavo di vedere anche Jack e Rose?! 🙂

    AlmaCattleya

    18 Mar 13 at 9:41 am

  21. Fortissimamente attendo!

    MrGeeK

    18 Mar 13 at 9:55 am

  22. Hem.. Già preordinato etc etc… però… “un’altro pezzo” con l’apostrofo no!!! scusa eh.. 🙁

    Elena

    18 Mar 13 at 10:01 am

  23. Eheh eh va beh, la scusa delle pagine inedite “collante” è poco originale ma di sicuro appeal per il fan accanito… Mi aspetto a breve una “Collector’s Extended Ultimate Edition” che raccolga tutto lo scibile fin qui prodotto con in più una “super pagina” inedita in cui ti tagli i peli del naso… Anche se alla fine… Ovviamente comprerei anche quella!! Grazie per il tuo lavoro, sei sempre una boccata di ossigeno.

    Marco

    18 Mar 13 at 10:05 am

  24. prenotato u_u

    ilVice

    18 Mar 13 at 10:09 am

  25. oh, fantastico. Stavo pensando di stamparmi io il tutto, ma in effetti se lo fai tu raccongliendo e riordinando il tutto è meglio. Decisamente meglio.
    Non sarebbe male se facessi tipo una puntata nella quale tipo un tuo amico extralaziale – inteso come abitante del resto d’Italia – ti invita e cogli l’occasione per fare qualche esempio dell’accezione tipicamente romana del fattore sticazzi (a ‘sto punto credo ci starebbe bene anche il fattore mecojoni)
    =0)

    Manu

    18 Mar 13 at 10:13 am

  26. Spettacolare.

    allie

    18 Mar 13 at 10:25 am

  27. No, però adesso basta! la devi da piantà da nun fà uscì la storia del Lunedì!
    <3 Grande Zero. Continua così!

    Rob

    18 Mar 13 at 10:26 am

  28. già ordinato 🙂

    Riccardo

    18 Mar 13 at 10:27 am

  29. Calcare, io adoro le tue storie, sono diventato un calcaromane e non ho intenzione di smettere, ma purtroppo questa volta non posso proprio preordinare il libro (sebbene la voglia mi corroda le cartilagini). Il motivo è noto a molti, e trovo strano che tu non lo sappia: amazon è entrato recentemente in un ciclone di scandalo venuto a galla in germania, riguardante le condizioni di lavoro dei magazzinieri. Scommetto che hai sentito di questa notizia e per questo trovo strano che tu collabori (o ti appoggi) ancora col colosso. A sto punto spero che tu non sia al corrente di questo abominio contro i più basilari diritti umani e che ti informi il prima possibile. Se invece ne sei già al corrente, spero che tu abbia le mani legate, perchè altrimenti mi sarei aspettato una tua mossa molto tempo fa. Io comunque continuo a leggerti, ma con amazon ho chiuso (purtroppo) e spero che lo faccia anche tu. Grazie per tutte le risate.

    Vinz_00_

    18 Mar 13 at 10:37 am

  30. Daje Zero. Complimenti 🙂

    Luca

    18 Mar 13 at 10:48 am

  31. L’ho preordinato su Amazon da quando avevi pubblicato su twitter il link in cui lo anticipavi…
    Mica posso farmi scappare qualcosa partorito dalla tua mente geniale!?!
    Mo’ però altro che armadillo, c’ho ‘na scimmia che mi tortura! Chi resiste fino al 3 maggio??? XD

    TaoTeo

    18 Mar 13 at 11:04 am

  32. Io abito a Milano, ma avendo vissuto tanti anni al centro Italia utilizzo “sticazzi” nell’accezione romana: è incredibile quante incomprensioni genera, anche potenzialmente mortali.

    Detto questo (sticazzi!), io il nuovo libercolo l’ho già pre-ordinato su Amazon. Ieri era pure in promozione. Su Amazon i tuoi libri sono in promozione più spesso del Dixan. Stupido chi non se li pija.

    Daniele

    18 Mar 13 at 11:12 am

  33. Ah Calcà, ma se io ti volessi da tuittà, devo pé fozza copiaincollà l’uerrelle della pagina?
    Ti segnalo un paio di plugins per wordpress per aggiungere il pulsante di twitter senza sbatterti più di tanto se vuoi 😀

    Comunque, polemiche funzionali a parte, stai diventando il disegnatore/scrittore più presente nella mia libreria.. daje calcà, che non c’è riuscito nemmeno Philip Dick!

    ReF

    18 Mar 13 at 11:26 am

  34. Grazie per la sbirciata 🙂

    Michi

    18 Mar 13 at 11:33 am

  35. daje così ezechiele

    daje

    18 Mar 13 at 11:34 am

  36. asdasdasdas

    test

    18 Mar 13 at 11:36 am

  37. Bella pensata, perché chi ti legge con passione desidera anche vederti angosciato nell’essere incastrato tra gli altri libri che, nello scaffale di casa, ti detesteranno lanciandoti anatemi porta sfiga per invidia e gelosia. Pure le vecchie e ammuffite collane dei Tex e dei Topolino, sdraiati nei bauli in soffitte e cantine, si sentiranno a disagio come vampiri all’alba di una nuova era del fumetto, finalmente intelligente e fuori dai soliti meccanismi che raccontano di eroi sempre feriti di striscio nelle zone meno vitali di corpi tanto massicci quanto inutili. Tu, invece, ti ferisci da solo, scontrandoti con le debolezze di un mondo di cui sei parte pigra e inattiva, rispetto all’impegno nel quale i tuoi lati oscuri catturano le peggiori inadeguatezze di esistenze caricaturali, parodia microcosmica di un mondo allo sbando, nel macrocosmo dei pianeti che si evitano impauriti dalla prospettiva di un contatto ravvicinato. Tu, che vedi l’interno delle persone nella stessa identica prospettiva nella quale la pubblicità descrive i tubi di una lavapiatti che non ha lo scomparto per il calcare, regali a chi ti legge il sospetto che, forse, sarebbe il caso di andarsi a fare una T.A.C, subito dopo gli esiti drammatici di un esame del sangue fatti dopo essersi sbafati tre plum cake scovati in fondo al frigo, tre mesi dopo che ti avevano tagliato la corrente per morosità.

    Massimo Vaj

    18 Mar 13 at 11:39 am

  38. TREDICIEUROESESSANTA????
    Ao’, ma siamo impazziti? C’e’ crisiiiiii!!

    MaxMax

    18 Mar 13 at 11:48 am

  39. Grande.
    Già prenotato su Amazon. Che però ci torni a Lucca anche st’anno che mi ci fai il Qui-Gon Jinn sopra per davvero stavolta? 😀

    Lo Zeno

    18 Mar 13 at 11:56 am

  40. Urka, grazie!!!!

    ImpiegataSclerata

    18 Mar 13 at 12:09 pm

  41. bella zero! però devi di’ a quelli della bao che i issuu nun se po’ vede’ come reader…

    Thomas

    18 Mar 13 at 12:35 pm

  42. … ma se non mi ci fai il disegnetto sopra dal vivo non lo voglio!!!! 😛

    Frappola

    18 Mar 13 at 12:41 pm

  43. Ottimo …
    ma l’accezione romana di “sticazzi” la vogliamo spiegare anche ai lombardi come me ????

    Oppure considero buona la declinazione di Lilo e Greg nel “Grande Capo Estiqaatsi” ?

    MR

    18 Mar 13 at 12:53 pm

  44. Evvai un nuovo libro!!!

    3 maggio????!!! ma te pare giusto???

    Tommaso

    18 Mar 13 at 12:58 pm

  45. Sticazzi! 😉

    eweik

    18 Mar 13 at 1:06 pm

  46. L’accezione romana dello sticazzi. L’unica e sola.

    Comunque, per caso lo pubblicherete anche in edizione kindle come gli altri due?

    Francesca

    18 Mar 13 at 1:08 pm

  47. Preso 🙂

    Speriamo che arrivi.. saluti da Dublino!

    Andrea

    18 Mar 13 at 1:27 pm

  48. ti odio

    Diana

    18 Mar 13 at 1:50 pm

  49. Non va niente bene. Sempre una scusa per saltare. Occorrera’ qualche azione di stalking vendicativo, tipo orinarti nel portaombrelli o appiccicarti i capperi sul citofono.

    Thomas Turbato

    18 Mar 13 at 1:57 pm

  50. Nah, le vigne del blog le hai da togliere dalla rete come google reader e poi farne la versione social e venderla sull’appstore. Mi è apparso Larry Page in sogno e mi ha detto che ora abbiamo tutti a fare così.

    Zingus

    18 Mar 13 at 1:57 pm

  51. Preso. Maledetto pulsante “compra con un click” di Amazon!

    Marco DoppiaT

    18 Mar 13 at 2:08 pm

  52. Aspetterò di fregarlo a metà prezzo a un bambino con le manine pacioccose a cui la gli ha venduto i fumetti perché aveva il debito di matematica… come con la profezia.

    Luigi

    18 Mar 13 at 2:24 pm

  53. Abbiamo capito, hai fatto i soldi

    TommasoC

    18 Mar 13 at 2:32 pm

  54. La citazione lostiana nell’incipit è meravigliosaa!!

    Ema

    18 Mar 13 at 2:43 pm

  55. “Ovviamente parliamo dell’accezione romana dello sticazzi. L’unica.”

    Da incorniciare.

    NikeXTC

    18 Mar 13 at 2:49 pm

  56. E ti pare che non lo sapessi già? 😀
    Lo voglio adesso però! E la mia ragazza lo vuole pure prima!

    Crash_pgl

    18 Mar 13 at 3:07 pm

  57. Daje che questa è la volta buona che fai i soldi…! 🙂

    Lessio

    18 Mar 13 at 3:45 pm

  58. La notizia l’avevo già avuta su facebook e mi ha illuminato la settimana 🙂 Sono curiosissima delle 50 pagine in più, già l’incipit mi ha emozionato!
    ..però.. anch’io aspetterò che arrivi in libreria senza preordinare, per lo stesso motivo di Vinz 00… Amazon, proprio no.. anche se so benissimo che di multinazionali boicottabili ce n’è una marea, e non voglio farti rimproveri come Vandana Shiva da Mac Donalds (quella storia mi fa sempre morire dal ridere!) perchè lo so che la coerenza assoluta è davvero difficile da praticare, e di certo tu sei uno che ci prova il più possibile.
    Comunque mi sa che sarà il quarto tuo libro di fila che comprerò da Giufà 😛
    grazie grazie grazie
    p.s. prima o poi riuscirò anche a farmene autografare uno.. quando vedo le file chilometriche mi dispiaccio per te e lascio sempre perdere 😛

    irene

    18 Mar 13 at 4:35 pm

  59. io aspetto il 3 maggio, (un po’ perchè andare in libreria mi piace, e un po’ anche perchè per comprare online rientro nella categoria dei “vecchi che vojono usà la tecnologia ma non sò capaci; poi a maggio compio gli anni, mi farò il regaloi) ma sarà in tutte le
    librerie? 🙂

    cristina

    18 Mar 13 at 4:58 pm

  60. I KNOW WHAT YOU DID LAST SATURDAY!
    e infatti, dopo averti salutato ed esternato la mia stima in un contesto fuori luogo, ho pensato mentre ti allontanavi:
    “e anche questo lunedì sto cazzo!”

    Alberto

    18 Mar 13 at 5:07 pm

  61. è un bel regalo, grazie ZeroC

    passeggini

    18 Mar 13 at 5:20 pm

  62. Preordinato. 🙂

    Simone Romeo

    18 Mar 13 at 6:23 pm

  63. Ok trovato … thanks wikipedia …

    **********************
    ‘sti cazzi: espressione romanesca che si è andata diffondendo nel resto d’Italia col significato di “non me ne importa nulla / non mi riguarda”, riferita a cosa e/o affermazione di scarsa importanza.

    Viene anche spesso usata per mostrare stupore o ammirazione (simile a “perbacco”), similarmente al romano sto cazzo.
    È sempre più in uso anche nel senso di “col cazzo che…”: “‘Sti cazzi se lo aiuto!” (Figurati se lo aiuto! Non se ne parla proprio che lo aiuto!).
    **********************
    (fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Cazzo)

    MR

    18 Mar 13 at 6:25 pm

  64. Quanta verità sullo “sticazzi”!

    Ysingrinus

    18 Mar 13 at 7:06 pm

  65. Ogni maledetto lunedì su tre e mezzo, pure quattro… 🙂

    vrob

    18 Mar 13 at 9:53 pm

  66. Io me lo pijo, anche solo per supportare il blog 😉

    tuma

    18 Mar 13 at 11:28 pm

  67. Grande! Preordinato per direttissima! Lo stavo aspettando da un sacco e sono stato accontentato. E con questo la trilogia è completa, ora aspettiamo il nuovo (basta che dopo una serie così non fai una Minaccia Fantasma, che sappiamo tutti com’è andata a finire)

    Kiyomaru

    19 Mar 13 at 3:03 am

  68. bastardo io voglio una storia, sticazzi altissimi del merchandising no?

    cinghiale

    19 Mar 13 at 3:19 am

  69. bastardo io voglio una storia, ‘sti cazzi altissimi del merchandising da venditore di occhialetti 3D!

    e comunque sembra la sagra de leccaculo ahó!

    e poi: LA PATATAAAAAAA nun morde calcá!

    cinghiale

    19 Mar 13 at 3:25 am

  70. qua non appare niente, ma che me stai a censurá?

    cinghiale

    19 Mar 13 at 3:27 am

  71. Zero, scusa se vado OT ma non so come contattarti altrimenti 🙂
    Al Romics di inizio aprile ci sarai anche tu, vero? VERO?

    Andrea

    19 Mar 13 at 12:28 pm

  72. Minchia, 16 euro per un libro fatto per lo più di cose già lette (solo 50 tavole nuove su 216 pagine, meno di un quarto del totale) è un tantino troppo.

    raffopazzo

    19 Mar 13 at 12:30 pm

  73. Dalla mia personale wikipedia
    ‘Sti cazzi!: espressione controversa costituita dalla rappresentazione, in chiave moderna, colta e drammatica, che ambirebbe, senza riuscirci, a tradurre l’altra che l’ha preceduta e che ormai è desueta, che si palesava così: Perdindirindina!
    I romani se ne attribuiscono la paternità, e considerata la rozza volgarità del loro parlato, nessuno se l’è ancora sentita di confutarla, almeno fino a quando non si metteranno in testa, un’altra volta, di conquistare il mondo a Totti i costi…

    Massimo Vaj

    19 Mar 13 at 12:37 pm

  74. Vabbè ogni lunedì c’hai ‘na scusa… Ti perdono solo perché c’è l’incipit.

    Fabio

    19 Mar 13 at 4:28 pm

  75. Non adoro le tue storie, trovo i finali sconclusionati, mentre le matte risate si fanno nel mezzo. Eppero’ se non ci fosse una crisi cosi’ nera che devo stare attento pure a centellinare i soldi per i fumetti i tuoi albi me li sare comprati…
    In bocca al lupo!

    Luc

    19 Mar 13 at 6:19 pm

  76. Dopo “Un polpo alla gola” l’altroieri mi sono letta d’un fiato “La profezia dell’armadillo”, struggente, davvero un omaggio molto bello alla tua amica.
    E confermo quanto dice Makkox sulle risate a sorpresa quando meno te l’aspetti.

    So che hai pubblicato qualcosa sul G8, si trova in libreria?

    Closethedoor

    20 Mar 13 at 6:12 am

  77. Attendo con impazienza… Calcà sei un grande!

    Andrea

    20 Mar 13 at 9:50 am

  78. Il punto è: se compro il libro lo scopro finalmente chi ha ammazzato Denver? 😛

    Alessandro

    20 Mar 13 at 1:25 pm

  79. comprato….vedremo anche la fine della storia in cui muore denver?

    michele

    20 Mar 13 at 4:50 pm

  80. […] quella dei vecchi che non usano il PC, insieme a una cinquantina di pagine inedite. Zerocalcare ne ha anticipato i contenuti in un post, lunedì scorso. Di seguito in anteprima le prime 20 […]

  81. Il finale delle storie è la parte più difficile del raccontare, perché necessita la chiusura del cerchio che racchiude il racconto ed è noto che, in un universo dove tutto è in movimento… un cerchio è impossibile che si possa chiudere e al massimo, sforzandosi, si ottiene una spirale che gira a vuoto. Persino il Padreterno, al Quale sono bastati sei giorni per tirare in piedi l’universo, per dargli un finale decente si comporta come i bambini quando disfano un puzzle. A Sua difesa bisogna ammettere che, almeno per quanto si riferisce alla presente umanità, il Giudizio universale pare essere la soluzione più apprezzabile, anche se la pena la scontiamo ogni giorno che passa.

    Massimo Vaj

    20 Mar 13 at 8:11 pm

  82. Il tre maggio è il mio compleanno. QUESTOE’UNSEGGNNO ok non ne frega una mazza a nessuno, lo comprerò e sto zitta.

    Kyacchan

    20 Mar 13 at 9:16 pm

  83. ma quel cazzo di denver???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    brixio

    20 Mar 13 at 10:03 pm

  84. Il tre maggio anch’io compio gli anni, ed è evidente che zerocalcare ha deciso l’uscita in libreria per quella data allo scopo di indurre qualcuno a regalarmi il suo libro, questa volta ignorando che tutti quelli che potrebbero regalarmi qualcosa riescono a immaginare di farlo solo entrando in un negozio di armi…

    Massimo Vaj

    21 Mar 13 at 1:22 pm

  85. a napoli ti voglio conoscere.

    eden

    21 Mar 13 at 6:43 pm

  86. Che diamine è “l’acce­zione romana” de “sticazzi”?? È il fatto di dirlo come se fosse una domanda (“E ’sti cazzi?”) anziché una escla­mazione (“E ’sti cazzzzi!!”)?

    Mauro Bruni Rm

    21 Mar 13 at 10:11 pm

  87. certo che proprio con amazon, ora non è che si pretende dai “compagni” di fare consumo critico piuttosto che gli scontri, diventare vegetariani o astensionisti, riscaldarsi a legna e occupare le fabbriche
    No ognuno è libero di fare quel cazzo che gli pare, ma cazzo collaborare con una multinazionale sfruttatrice come amazon porco cane sorprende, questi fan turni talmente stremanti che la gente sviene sul posto di lavoro, son tipo nazi
    Sia chiaro non condanno o sgrido nessuno, solo una enorme delusione…

    giacomo

    22 Mar 13 at 5:29 pm

  88. Dario

    23 Mar 13 at 9:27 am

  89. ‘Sticazzi, contrazione colta di “Questi cazzi”, non vuole mai il punto di domanda, a parte quando è detta davanti al banchetto del pesce di un mercato romano, dove avrebbe un senso il chiedersi se quelle quattro triglie, assottigliatesi per l’impietoso scorrere del tempo, siano quattro cazzi oppure triglie in uno stato avanzato di decomposizione. Il punto esclamativo, invece, dà a quest’espressione raffinata la capacità di riuscire a esprimere il senso profondo di meraviglia che ci assale quando, alzando gli occhi al Cielo notturno, si è avvolti dal terribile gelo cosmico che la luce irridente, inviataci dalle miriadi di stelle pulsanti vita sconosciuta, non affievolisce nemmeno un pochino.

    Massimo Vaj

    23 Mar 13 at 12:01 pm

  90. Per MassimoVai.
    Intanto rozza e volgare sarà la parlata di tua sorella. I burini poi, se vogliamo sfatare un altro mito, sono tutti quelli che vengono da FUORI le mura di Roma. Cioè, uno che viene da fuori Roma e che dà del burino ad un Romano, sta insultando se stesso.
    A meno che Massimo Vai non sia toscano, ha ben poco da dire sul dialetto Romano.

    Dopodiché, sei di coccio. “Sticazzi” non significa” perdindirindina”, ossia non è un’espressione di stupore. Bisogna essere veramente di coccio per continuare ancora oggi a scambiarla per un’espressione di sorpresa.

    Sticazzi significa “CHI SE NE FREGA!”. Fine, stop, unica accezione esistente.

    Per smentire wikipedia, poi, “Stocazzo” significa “col cazzo” se usato nella frase “lo aiuti a fare i compiti?” “Stocazzo!”
    Altrimenti, stocazzo significa persona molto importante: “Massimo Vai, volendoci spiegare certe cose, si è creduto stocazzo, ma in realtà non c’ha capito un cazzo manco lui.”

    De coccio

    23 Mar 13 at 2:49 pm

  91. Prima tavola (pag. 3) stupenda. Bravò! 🙂

    Barabba

    23 Mar 13 at 4:38 pm

  92. Giusto per fini statistici: ordinato 😉

    omoragno

    23 Mar 13 at 4:40 pm

  93. Ancora per MassimoVaj

    Sticazzi può eccome essere messo sotto forma di domanda, col punto interrogativo.

    Infatti se zerocalcare nel post che stiamo commentando scrive che uscira una raccolta, una persona potrebbe rispondere, come lui infatti paventa:

    “E sti cazzi?”

    Che significa: E a chi importa? (A chi importa che esce la tua raccolta?)

    Non è raro infatti che il Romano aggiunga

    “E sti cazzi nun ce lo metti?”

    Sono disponibile una volta a settimana per dare ripetizioni di dialetto romano, fammi sapere, così i simpatici commenti eruditi ti verranno meglio, almeno quando vorrai spiegare ad altri cose che non padroneggi, ogni tanto ne indovini una…

    Pero aho, alla fine anche sticazzi eh?

    De coccio

    23 Mar 13 at 7:08 pm

  94. @ De coccio: in effetti io sono un burino perché lavoro la terra, e addirittura quasi riesco a camparci sopra. È per questo che nei miei scritti la parola burino non la si incontra mai, e non capisco dove tu l’abbia letta. Intanto non ce l’ho coi romani, ma non perché li ritenga persone di cui valga la pena riempirsi casa; a me stanno sul cazzo i leghisti e i razzisti, e pur di far loro dispetto di romani mi riempirei pure la cantina. Mia sorella, poi… è evidente che non la conosci perché sapresti che il darle della burina la farebbe immensamente felice. Lei è colta, studiosa e ricercatrice svizzera, affetta da una sterilità analoga a quella dell’ago di una siringa d’anestetico scrive libri che parlano bene degli svizzeri e della confederazione elvetica, sai quelli che piantano la bandiera di una Svizzera che non c’è nei vasi di fiori? Mi pare di aver già detto di non essere razzista… be’, ho mentito… a me stanno sulle balle alcuni svizzeri compresa mia sorella. Verso i romani, ma non tutti, solo quelli come te, nutro, invece, l’affetto che prova un bastardino legato al guard rail di un autogrill, per tutti i turisti che, uscendo dal negozio con un cosciotto di prosciutto di Parma in mano si dicono tra loro:— Guarda quel bastardino rognoso com’è magro, ci credo l’abbiano abbandonato, non andargli vicino che di sicuro morde…—

    Massimo Vaj

    24 Mar 13 at 9:35 am

  95. Massimo Vaj: Il tuo è un bellissimo fuori tema: non entri minimamente nel merito delle mie risposte (per le quali dovresti semplicemente dire: ah, pensavo di sapere, e invece non sapevo nulla). Glissare è una “rozza volgarità”.

    De coccio

    24 Mar 13 at 1:49 pm

  96. Bella Calca’,
    te compro pure questo (e so’ tre!)!
    Però, sei bravo a sostituire la striscia con la pubblicità e strapparmi pure un sorriso!
    Buona Settimana.
    @ Massimo Vaj: guarda che una capata sul blog tuo se fa, almeno pe’ curiosità, ma quanto rompi er cazzo!

    Fabio

    24 Mar 13 at 11:25 pm

  97. Ciao

    Fabio

    24 Mar 13 at 11:31 pm

  98. Oggi mi sento sincero e bisognoso di dire la verità: io ho un amico romano! Sì, lo so che pare assurdo che un ex milanese, e pure burino, possa avere un romano per amico, ma è la pura verità. Forse siamo diventati amici perché condividevamo la stessa disperazione, ma di certo io la affrontavo diversamente da lui. Si chiama Piero, e per risparmiare i soldi che doveva ridare alla banca dove lavorava, che aveva scoperto che lui faceva prelievi per i propri cazzi, banca che lo aveva minacciato di licenziamento se non glieli ridava. Così Piero, per risparmiare, si era messo sull’auto, una Lancia, l’impianto del gas che prelevava dalle bombole del gas di cucina che costava meno di quello dei distributori. Aveva progettato un motorino elettrico per evitare la fatica di pompare a mano dalla bombola del gas a quella dell’auto, e faceva il travaso nel box di casa che stava nel seminterrato del popolato condominio dove abitava. Naturalmente, essendo elettrico, quel motorino faceva le scintille quando era in funzione, così Piero, per risparmiare quattro piotte, metteva a rischio l’incolumità di centinaia di romani che abitavano lì. Forse noi due siamo diventati amici proprio per quello, come avrei potuto non amare quell’uomo il quale, per pochi soldi, si sentiva disposto a fare una strage di romani?

    Massimo Vaj

    25 Mar 13 at 9:03 am

  99. Noooo! Come posso aspettare fino a maggio??
    ç__ç

    Enrico C.

    26 Mar 13 at 5:27 am

  100. @Massimo Vaj: lo vedi che rompi er cazzo?

    Fabio

    26 Mar 13 at 8:16 am

  101. Dalla mia Wikipedia personale:
    Rompere il cazzo

    Espressione estremamente sofisticata utilizzata nel tentativo di screditare la qualità dell’opinione altrui. È per questo che nei tribunali ne è sconsigliato l’uso. Il popolo che maggiormente la utilizza, in seguito agli avvenimenti dei quali la sua storia è intrisa, è quello romano, e ci si immagina la causa sia dovuta al fatto di averla udita così tante volte nelle lamentele dei popoli conquistati che, ma solo alla fine, è stata fatta propria. Oggi è quasi esclusivamente adoperata a fini umanitari, per ricordare a qualcuno che si corre il rischio, in mezzo a una vita che quasi varrebbe la pena di vivere, che a rompere il cazzo si rischia di doverla vivere nei suoi aspetti meno rilassanti. Ci sarebbero delle serie riflessioni da fare quando l’espressione “Ma quanto rompi il cazzo!” siano le donne a dirsela, ma è opinione comune che il cazzo corrisponda a una formula simbolicamente retorica e non all’organo di riproduzione maschile il quale, è noto a molti, non avendo l’osso dentro a rigore non si potrebbe rompere. A sostegno di quest’espressione è spesso aggiunto il rafforzativo conseguente che cita “Dare una ginocchiata nei coglioni”, ma i romani non la usano perché temono che a parlare di coglioni qualcuno possa pensare che si stia facendo un’intelligente autocritica.

    Massimo Vaj

    26 Mar 13 at 2:05 pm

  102. Niente Massime’… Come non detto… Continua pure… E’ evidente che questa cosa è più forte di te.
    Ciao

    Fabio

    26 Mar 13 at 10:12 pm

  103. … ;*))

    Massimo Vaj

    27 Mar 13 at 10:14 pm

  104. Sono troppo curiosa! Soprattutto dopo aver letto il Romoletto di marzo, il “fiero popolo degli argini dell’Aniene” mi ha fatto morire 🙂

    Fra

    29 Mar 13 at 4:09 pm

  105. Juliet… James… Ci hai messo pure Lost, sei un amore 😉

    Riccardo

    14 Apr 13 at 11:22 am

  106. OOOOh finalmente! E’ una vita che aspetto di raccogliere le tue maledette strips in un volume e sono troppo pigro per stamparmele da solo!!

    Raven

    14 Apr 13 at 8:46 pm

  107. Minchia quinto in classifica generale su Amazon:
    http://www.amazon.it/gp/bestsellers/books/ref=sv_b_2

    Camilleri sta a rosica’ un sacco! 🙂

    MPF

    21 Apr 13 at 7:07 pm

  108. Lo considero il tuo libro numero uno. Mi è già arrivato a casa!!!

    Federico

    27 Apr 13 at 4:58 pm

  109. Posto il nostro articolo con video e foto allegate dalle presentazione dell’ultimo libro. Grazie e complimenti.
    http://www.oltremedianews.com/7/post/2013/05/ogni-maledetto-luned-su-due-presentazione-del-libro-di-zero-calcare.html

    Nicola

    10 Mag 13 at 5:15 pm

  110. Se ti può interesare, come supplemento alla sicurezza della città, per Genova gira(va)no gli Alpini… Ma non credo che prendano a pizze in faccia quanto le guardie forestali. Puoi ripassare di qui tranquillo.

    BiP

    11 Mag 13 at 9:41 pm

  111. Mio fratello mi ha regalato (via amazon) sia il polpo che ogni maledetto…la profezia già c’è l’avevo, visto che vieni al salone, io me li portò tutti e tre…sa mai che ci esce un disegnetto 🙂

    Letizia

    16 Mag 13 at 9:57 pm

  112. ho avuto la fortuna/piacere di leggere la profezia e ogni maledetto lunedi. il polpo è in polposition come prossima lettura.
    volevo semplicemente, ma doverosamente, farti i complimenti.

    fitzcarraldo

    27 Mag 13 at 9:28 pm

  113. ti giuro che ho riletto tutti i e tre i libri almeno dieci volte! e lo ammetto..la mano mi prude dalla voglia di rivelarti il metodo della bambolina per infilare il piumino nel copripiumino..ma mi trattengo per non rompere troppoXD

    Erica

    30 Mag 13 at 6:55 pm

  114. […] link ai consigli del Tentacolo: Zerocalcare: Ogni maledetto lunedì su due Evangelion 3.33 Star Trek: Into Darkness […]

  115. “ovviamente parliamo dell’accezione romana dello sticazzi. L’unica.” Questo sì che è parlare!

    Chiara

    17 Giu 13 at 1:02 am

  116. comprato a cartoon club a rimini, bello e tutto sommato vale il prezzo anche se le conoscevo, almeno adesso posso prestarlo

    thomaspsyy

    31 Lug 13 at 3:47 pm

  117. Mia sorella è entrata in fissa con te e devo dire che per settimane, non avendo letto ancora nulla, ti ho tipo odiato. Non parlava d’altro. E’ riuscita anche ad incontrarti, non mi ricordo in quale dei catelli. Io quella sera avevo un altro impegno.. lei mi fa “Giù che fai, stasera sei dei nostri? C’è Zerocalcare a ****” (vabbè non ricordo dove). So solo che la mia risposta è stata: “Zero..chi? Ancora con quello? Vacce te e divertiti, mi raccomando! Ho un altro impegno.”
    L’altra sera devo ammetterlo, non avevo un cazzo da fare.. così, di nascosto a mia sorella (onde evitare eccessivo entusiasmo da parte sua).. ho afferrato il libro.. “Ogni maledetto lunedì su due…mah..se poco poco mi annoio lo chiudo.”
    Che posso dirti, io raramente so stare ferma..sono una ballerina e a scuola ero una pippa. MA… L’ho divorato in 2 giorni (giusto perchè avevo delle cose da fare, sennò ne bastava uno). Me la sono fatta ridendo come una cretina, pensando “Ma come cazzo gli vengono?!” e niente, spero di congratularmi personalmente un giorno. Sei un grande, che voi fà.
    Se ti ricapita di passare dai castelli a stressarti con chi ti stima (colpa tua).. o anche semplicemente a Roma in qualche libreria, boh..non so come funziona.. scrivilo, please. Sennò ciccia. Ahahah.
    Daje, un abbraccio!
    -Giulia-

    Red

    31 Ago 13 at 2:07 pm

  118. […] mi rendo conto che l’ opzione sticazzi e’ fortissima (tnx zerocalcare) MA mi permetto di sottolineare un risvolto che potrebbe essere […]

  119. […] Nel 2011 pubblica il suo primo albo a fumetti, dal titolo La profezia dell’armadillo, che in breve tempo riscuote grande successo, seguito a breve da Un polpo alla gola e da Ogni maledetto lunedì su due. […]

Leave a Reply